Beauty Tech in Cina: cosmesi e tecnologia per una bellezza personalizzata

Federica Cuccoli

LinkedIn
Facebook
Telegram

Il mercato cinese del beauty e skincare sta cambiando, in risposta all’evoluzione delle esigenze dei consumatori e delle recenti innovazioni tecnologiche. Intelligenza artificiale, realtà aumentata e virtuali sono sempre più presenti nella customer journey cinese.

Con il progresso tecnologico, l’innovazione nel mercato cosmetico non si ferma solamente agli acquisti online. Con il termine Beauty Tech, si intendono prodotti cosmetici per la skincare e la cura personale comprati utilizzando software specifici prima di finalizzare l’acquisto. Questi software includono applicazioni mobile e dispositivi basati sull’intelligenza artificiale, come specchi intelligenti, dispositivi per personalizzare il trucco e molto altro.

Il mercato del beauty tech, nel 2021, ha generato ricavi di oltre 1 miliardo USD nel 2021 e si prevede aumenteranno costantemente nei prossimi anni, raggiungendo circa 2,26 miliardi USD entro il 2026 (Statista).

Man mano che i consumatori diventano sempre più esigenti e cercano prodotti che rispondano alle loro esigenze specifiche, la bellezza “tecnologica” emerge come un attore chiave nel soddisfare queste richieste.

La popolarità dei cosmetici personalizzati in Cina ha registrato una notevole interesse tra i consumatori cinesi, pertanto si sta assistendo ad una vasta integrazione della tecnologia nell’industria cosmetica, che utilizza tecnologie avanzate per analisi genetica e per la valutazione della pelle al fine di creare soluzioni personalizzate. Questo approccio innovativo consente una vera personalizzazione dei prodotti di bellezza a seconda del tipo di pelle del clienti, delle loro preoccupazioni e delle predisposizioni genetiche individuali, aumentando l’efficacia e la soddisfazione del cliente.

Sia brand internazionali sia marchi locali stanno capitalizzando questa tendenza offrendo soluzioni di bellezza su misura. Infatti, l’AI si sta gradualmente infiltrando nei negozi cosmetici cinesi, rendendo l’acquisto di prodotti per la cura della pelle e dei cosmetici un’esperienza più personalizzata.

Nonostante gli acquisti online abbiamo un peso sempre più rilevante, gli spazi fisici rimangono un canale chiave per l’acquisizione e il coinvolgimento dei clienti e la scoperta di prodotti. Alla luce di ciò, le esperienze innovative in negozio offrono qualcosa di insostituibile.

Il caso Sephora: Store of the Future

Nel 2023 Sephora, rivenditore multimarca di prodotti di bellezza di proprietà di LVMH, ha aperto Store of the Future a Shanghai. Primo nel suo genere in Cina, il nuovo concept integra realtà aumentata, intelligenza artificiale e RFID, offrendo un’esperienza omnicanale di alto livello. 

Lo spazio commerciale vanta sette punti di contatto digitali: 

► un dispositivo avanzato di analisi della pelle basato su big data; 

► una funzione di analisi delle forme del viso e dei colori dei clienti tramite AI che consiglia loro il trucco più adatto, oltre a offrire ispirazione e tutorial basati sulle tendenze del trucco; 

► etichette di prodotto dotate di identificazione RFID che consentono di accedere a una suddivisione dettagliata degli ingredienti

► POS mobile che consente ai clienti di effettuare il check-out ovunque ed evitare lunghe code; 

► confezioni regalo personalizzate con la possibilità di aggiungere profumazioni e messaggi vocali.

Per accedere all’esperienza con AI, i clienti devono utilizzare il proprio account WeChat per essere assegnati a un consulente personale fisico che li segue nel percorso di acquisto.

Sephora avrà anche un Beauty Live Studio per riunire la sua comunità di bellezza per eventi esclusivi come masterclass sui look di tendenza, sugli ultimi marchi e prodotti.

In questo modo, la visita supera la freddezza della mera vendita e migliora l’esperienza del cliente. Inoltre, grazie all’utilizzo di Wechat, il cliente può mantenere il contatto con il suo consulente una volta usciti dal negozio, facilitando la fedelizzazione del cliente al marchio. Oltre alle innovazioni beauty tech, i clienti possono godere di eventi e corsi su misura.

Leggi anche: Wechat: la guida definitiva per il marketing 

L’utilizzo delle nuove tecnologie permette non solo di fornire un’esperienza altamente coinvolgente, ma anche di garantire servizi e prodotti sempre più personalizzati, grazie alla profonda conoscenza dei propri clienti e delle loro preferenze.

La tecnologia rende così il processo di scoperta più piacevole e fluido per gli acquirenti, riducendo i costi di tentativi ed errori. 

Il caso L’Oréal China: prodotti creati su misura per il cliente

La Beauty Tech in Cina è supportata anche dalle autorità pubbliche cinesi. Grazie ad una licenza per servizi personalizzati in loco rilasciata delle autorità di Shanghai, brand internazionali come SkinCeuticals, Estée Lauder hanno trasformato i loro negozi di Shanghai in piccoli laboratori di cosmetici dove possono creare prodotti su misura per i singoli tipi di pelle.

L’Oréal China è stata la prima azienda in Cina ad ottenere la licenza di produzione di cosmetici con servizio di personalizzato in loco (License for Cosmetic Personalized Service) dalla Shanghai Municipal Drug Administration.

Grazie a questo permesso, il brand può offrire prodotti esclusivi, la cui miscela è basata sullo studio in tempo reale della pelle del cliente. Prendendo appuntamento al negozio del suo marchio SkinCeuticals, l’utente può usufruire di Custom D.O.S.E, mini-piattaforma per la produzione di prodotti personalizzati. Grazie ad un algoritmo brevettato, il dispositivo valuta il tipo di pelle del cliente e, sulla base di questa valutazione, aggiunge e mescola diverse formule predefinite per creare la combinazione ideale. Inoltre, lo strumento è dotato di un sistema di tracciabilità che registra le informazioni sul servizio di miscelazione di ciascuna bottiglia di essenza per garantire la massima sicurezza.

Il mercato cosmetico cinese

La Cina rappresenta uno dei più importanti mercati cosmetici a livello globale. Secondo Statista, nel 2024, il mercato cinese della bellezza e della cura personale genererà un fatturato di 70,36 miliardi USD e continuerà a crescere a un tasso annuo del 4,84% (CAGR 2024-2028). La cura della persona ne costituisce il segmento più grande come volume di mercato (29,69 miliardi USD nel 2024), seguito da skincare e make-up; fatica a decollare il segmento dei profumi, anche se negli ultimi anni l’interesse per le fragranze è cresciuto.

Le donne rappresentano il principale gruppo di consumatori. Tuttavia, negli ultimi anni, sempre più uomini prestano attenzione alla salute della pelle e del corpo, soprattutto di giovane età. La cura personale e la necessità di mostrarsi sempre in perfetta forma stanno trainando la domanda di make up da parte del pubblico maschile, a cui si associa l’abitudine quotidiana della skincare.

I social media sono testimoni del crescente interesse maschile per la cosmesi, come dimostra il crescente numero di ricerche e discussioni sull’argomento e dei follower di Beauty KOL uominiSebbene Millennial e Gen Z siano i principali acquirenti di cosmetici, i gruppi di consumatori sono sempre più diversificati. I Silver-haired mostrano crescente interesse per i prodotti cosmetici, grazie all’aumento del tenore di vita e ad uno stile di vita incentrato sul benessere personale. 

Di fronte alla crescente varietà di consumatori, ciascuno con le proprie necessità, la Beauty Tech rappresenterà un segmento sempre più importante per fornire ai consumatori cinesi soluzioni altamente personalizzate. 

Vuoi espandere il tuo business in Cina? Contattaci per avere più informazioni info@valuechina.net

Value China, società esperta nello sviluppo di soluzioni digitali e consulenza per il mercato cinese, è primo partner ufficiale di ByteDance e Tencent in Italia.

Scopri i nostri servizi per il tuo business