Hair care in Cina: la cura dei capelli diventa popolare

Federica Cuccoli

Share on linkedin
LinkedIn
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

Il benessere fisico passa anche dalla cura dei capelli e i consumatori cinesi ne sono sempre più consapevoli. La classica prassi shampoo+balsamo non soddisfa più i giovani cinesi, che si trovano a dover affrontare anche problematiche specifiche.

Attenzione alla salute, vita stressante ed elevati standard di bellezza stanno spingendo i cinesi a prestare sempre più attenzione alla cura dei capelli. Il mercato dell’hair care in Cina raggiungerà i 12,9 miliardi di dollari, con un tasso di crescita annuale composto dell’1,9% entro il 2025. Secondo l’ultima ricerca di Mintel, il 90% dei consumatori cinesi ritiene la cura per i capelli fondamentale quanto la cura della pelle.

Vuoi sapere cosa possiamo fare per la tua azienda?
Visita la nostra pagina dei servizi

L’hair care si unisce quindi alla skincare, ma non è solo la ricerca di uno stile sofisticato. La crescita di questo mercato è guidato dall’aumento di problemi legati al diradamento e alla caduta dei capelli, alla forfora e al cuoio capelluto. Difatti, secondo la China Association of Health Promotion and Education, la popolazione cinese sofferente di perdita di capelli prematura è pari a 250 milioni, di cui circa 163 milioni di uomini e circa 88 milioni di donne.

Queste problematiche non riguardano solamente la generazione dei baby boomer. Anzi, l’odierno squilibrato stile di vita in Cina alimenta la precoce caduta dei capelli tra Millennial e Gen Z. L’età minima della popolazione con perdita di capelli è di soli 16 anni, con un’età media di 30,1 anni.

Quali prodotti per la cura dei capelli stanno riscuotendo successo in Cina?

Per far fronte ai problemi sopracitati, i giovani cinesi ricercano sempre più prodotti specifici e personalizzati da integrare nella loro routine quotidiana. L’aumento del reddito disponibile e la quotidiana “educazione” all’hair care sui social hanno promosso il costante aumento della domanda di prodotti specializzati. Di conseguenza, il mercato della cura dei capelli in Cina si sta spostando verso i prodotti di fascia medio-alta.

Questo settore è esploso in Cina a tal punto da spingere la China Beauty Expo a riservare un intero padiglione per questo tipo di prodotti. Anche le piattaforme ecommerce hanno visto un importante aumento della domanda di prodotti di alta fascia per l’hair care.

hair care Cina

RICA芮逸嘉 al BCE 2020

Ma gli utenti non ricercano prodotti premium qualsiasi. Con la crescente consapevolezza sui danni causati da certe sostanze, i consumatori cinesi esigono sempre più chiarezza sulle componenti di ciò che acquistano. Le lozioni a base di ingredienti naturali attirano soprattutto i giovani cinesi, che sono disposti a spendere di più per prodotti fitocosmetici.

Leggi anche: Come vendere cosmetici in Cina: quello che devi sapere

Questo trend si evidenziata soprattutto nelle zone più ricche, specialmente nelle città di prima e seconda fascia, dove si preferiscono prodotti importati. Infatti, i marchi internazionali risultano molto attraenti, perché trasmettono un’immagine di qualità, sicurezza ed efficienza in Cina.

L’aumento di domanda di prodotti premiunizzati vale anche per i prodotti di hair styling. Le tinture per capelli hanno registrato una delle crescite più rapide sulle piattaforme e-commerce, soprattutto dopo il COVID-19. Non sono solo le donne della generazione silver-haired a trainare la domanda, ma specialmente giovani post-95.

Tingersi i capelli in Cina è un modo per distinguersi dalla massa, esprimere la propria personalità che i giovani cinesi stanno sperimentando. Il 30% delle vendite di tinture per capelli fai da te è proprio generato proprio da questo gruppo di consumatori.

Come promuovere efficacemente i prodotti per l’hair care in Cina

Sapendo che ci sono preoccupazioni in forte aumento, inserire nelle descrizioni del prodotto i benefici per il cuoio capelluto e per la resistenza dei capelli può risultare fondamentale per attrarre clienti. Se poi viene evidenziata la naturalità degli ingredienti dei prodotti, venendo incontro alla crescente sensibilità per il biologico, sarà più facile guidare la decisione d’acquisto.

A tal proposito, i social media svolgono un ruolo importante per generare fiducia nel marchio, soprattutto su piattaforme incentrate sulla vendita di questi prodotti, come il social commerce Little Red Book.

Noto come Xiaohongshu in Cina, Little Red Book è una piattaforma leader nella promozione e vendita di prodotti cosmetici. Il ciclo di acquisto di questo social si basa principalmente sul passaparola, pratica molto importante nella scelta di acquisto dei cinesi. Questo si può vedere dai numeri. Su Little Red Book ci sono più di 280 mila note riguardanti la cura dei capelli e più di 46 mila i contenti sulla caduta dei capelli.

Infatti, i cinesi non hanno pazienza; vogliono vedere risulti immediati e sicuri. Di conseguenza, l’opinione di persone di fiducia che hanno già sperimentato il prodotto diventa fondamentale. Ma non si parla solo di amici e familiari. I KOL e, soprattutto i KOC, hanno un forte impatto sul processo di acquisto dei cinesi. Le giovani generazioni trascorrono ore a leggere recensioni su prodotti e a guardare live streaming.


Spinta dall’enorme domanda del mercato, l’industria dell’hair care sta inaugurando un periodo d’oro di sviluppo. Adeguare la strategia del marchio per attrarre le giovani generazioni sarà la chiave per vincere la concorrenza sul mercato.

Distanza culturale, barriere linguistiche creano grandi difficoltà nella creazione di uno storytelling efficace per conquistare sempre più clienti cinesi. Di conseguenza, avere un team madrelingua cinese che si occupi dei tuoi contenuti è fondamentale.

Value China, società esperta nello sviluppo di soluzioni digitali e consulenza per il mercato cinese, è primo partner ufficiale di ByteDance e Tencent in Italia.

Vuoi espandere il tuo business in Cina? Contattaci per avere più informazioni info@valuechina.net 

Scopri i nostri servizi per il tuo business