Social commerce: perché è fondamentale in Cina

Il social commerce in Cina non è un semplice canale, ma è un approccio alla vendita interamente incentrata sulla persona, grazie a interazioni e feedback istantanei.

Con il termine social commerce si intende il processo di promozione e vendita di prodotti/servizi tramite piattaforme di social media, in modo nativo e fluido, perfettamente integrato nell’esperienza utente del social stesso.  Alla base di questa pratica vi sono la condivisione dei contenuti e l’interazione con l’utente. Pratica più che consolidata in Cina, le stesse piattaforme eCommerce hanno progressivamente integrato funzioni prettamente social. Come si è sviluppato in Cina?

L’industria del social commerce in Cina

I social media cinesi costituiscono una parte importante della vita quotidiana delle persone, raggiungendo elevati tassi di coinvolgimento. Gli utenti Internet cinesi trascorrono in media più di 5 ore al giorno sui social. Ma non solo per comunicare e stare al passo con le novità, queste piattaforme sono popolari strumenti per scoprire nuovi prodotti, fare ricerche su di essi, trovare offerte e persino acquistareUno dei principali fattori che rendono il social commerce così popolare in Cina è la facilità con cui è possibile effettuare un acquisto senza dover uscire dall’app. Infatti, il processo di acquisto viene ridotto a due passaggi principali:

    L’ispirazione, che avviene attraverso i contenuti condivisi dagli altri utenti o dai brand stessi sulle piattaforme social.

    L’acquisto del prodotto, che può avvenire sul brand store all’interno dell’app stessa oppure come collegamento diretto a un marketplace esterno.

La facilità e fluidità del procedimento di acquisto sui social commerce ha permesso a questo approccio di diventare popolare tra i giovani cinesi, che possono effettuare acquisti ovunque in pochi click.

Il mercato cinese del social commerce è il più sviluppato al mondo. Secondo i dati di PR Newswire, le dimensioni del settore in Cina hanno raggiunto i 369.547 miliardi USD e si prevedere un Gross Merchandise Value pari a 2000.8712 miliardi USD, a un tasso di crescita del 33.7% (CAGR 2022-2028). L’incredibile sviluppo del social commerce in Cina è dovuto anche alla popolarità del live commerce. 

social commerce cina
social commerce cina

Il Live commerce in Cina

Come detto, il social commerce è diventato ancora più popolare grazie ai live streaming, ossia un video in diretta dove gli utenti possono acquistare immediatamente i prodotti mostrati. Il live commerce è una caratteristica peculiare del mercato cinese, che ha trasformato drasticamente lo shopping online. 

Sebbene possano apparire simili alle televendite, il loro punto forte è l’interazione con gli utenti, che partecipano attivamente all’evento facendo domande, esponendo dubbi e raccogliendo suggerimenti relativi ai prodotti interessati. In questo modo, il percorso di acquisto dei consumatori viene ulteriormente ridotto perché, riducendo la distanza tra prodotto e clienti, questi ultimi hanno la possibilità di ottenere un risconto immediato sui prodotti e servizi a cui sono interessati. 

I consumatori cinesi acquistano in live streaming per diversi motivi. Alcuni vogliono conoscere meglio i marchi emergenti e provare i loro prodotti. Per altri, rappresenta una forma di intrattenimento interattivo, rendendo il live commerce uno strumento adatto per gli acquisti d’impulso.

Nel 2021, il valore del live commerce in Cina ha raggiunto i 300 miliardi USD, crescendo dell’85% rispetto all’anno precedente, secondo eMarketer, rappresentando l’11,7% delle vendite totali al dettaglio di eCommerce nel paese. Nel 2022, si stima un ulteriore crescita del valore del settore che toccherà i 479,29 miliardi USD e costituirà il 16.5% del retail totale delle vendite eCommerce. Entro il 2023, questa cifra dovrebbe continuare ad aumentare costantemente fino al 19,4% (623,29 miliardi USD).

La popolarità di questo fenomeno ha spinto le principali piattaforme social commerce a creare canali dedicati all’interno delle loro app e un’intera industria redditizia è sorta: l’influencer economy. 

Gli influencer cinesi: i Key Opinion

Il mondo degli influencer in Cina è molto diversificato, infatti si parla di Key Opinion. I Key Opinion Leader (KOL) sono celebrità, leader, esperti o chiunque abbia una vasta influenza sul proprio pubblico. Proprio per il loro ascendente sono utilizzati dalle aziende per sponsorizzare prodotti e servizi e aumentare le vendite da social commerce in Cina. Con l’ascesa dei social media, il numero di persone che seguono vari KOL su piattaforme social è aumentato vertiginosamente. 
 
Tuttavia negli anni, l’appeal dei KOL è calato molto perché riconosciuti come meno affidabili da parte degli utenti per via delle sponsorizzazioni dei brand. La caduta dei tipici grandi influencer ha aperto la strada all’ascesa ai Key opinion Consumersconsumatori abituali che condividono le loro opinioni su un prodotto/servizio sulle piattaforme di social media. Rispetto ai KOL, hanno un seguito molto più piccolo, ma sono percepiti come più autentici, credibili e affidabili. Di conseguenza, riescono a sviluppare una relazione più personale e coinvolgente con gli utenti social.

Cultural Opinion Leader

Nel panorama degli influencer cinesi sono recentemente apparsi i cosìddetti Cultural Opinion Leaders (COL), futuri leader delle tendenze digitali che adottano comportamenti digitali in linea con i loro valori, convinzioni e interessi, come il guochao. La loro credibilità e autorità derivano dall‘autenticità delle loro esperienze culturali. Questo si oppone alla superficiale apparenza di molti KOL che tendono a sfoggiare ricchezza o status sociale. Si concentrano quindi sulla coltivazione di comunità di nicchia su piattaforme di social media emergenti come Xiaohongshu , Bilibili e Poizon, dove abbracciano comportamenti più naturali e personali di fronte al loro pubblico.

Perché non sottovalutare il social commerce in Cina?

Per i brand, la crescente integrazione di funzioni commerciali nei social media che i consumatori consultano quotidianamente rappresenta un grande vantaggio, soprattutto alla luce dei crescenti costi di acquisizione dei consumatori. Le piattaforme di social media possono fungere da preziosi touchpoint per i marchi, consentendo loro di raggiungere potenziali clienti e facilitare le vendite. 

Inoltre, le aziende possono beneficiare del flusso naturale di informazioni all’interno delle app tramite il passaparola. Gli utenti condividono spontaneamente informazioni su prodotti/servizi e prove di coinvolgimento con il marchio, direttamente sulle stesse piattaforme.

Lo sviluppo digitale permette anche di comprendere come bisogna muoversi per raggiungere potenziali clienti. Il social commerce ha creato sulle piattaforme social un’esperienza unica di shoppertainment, rispondendo alle esigenze dei consumatori che cercano sempre più esperienze uniche e personalizzabili. 

Ormai, infatti, l’esperienza d’acquisto dell’utente in Cina deve essere ripensata, non basta investire nel push marketing, ovvero la promozione nuda e cruda di prodotti e servizi tramite annunci promozionali. Il consumatore deve essere accompagnato in un viaggio alla scoperta del brand, della sua unicità e dei suoi prodotti/servizi. In questo modo, viene costruita una connessione molto più dinamica, interattiva e personale con gli utenti.

Value China è agenzia di consulenza, marketing, comunicazione e digital transformation per la Cina.

Sei interessato ad estendere il tuo business in Cina? Contattaci per avere più informazioni! info@valuechina.net

Torna in alto