Chi è William Li Bin, il nuovo Elon Musk cinese?

William Vidoni

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Imprenditore, dirigente, avanguardista, William Li Bin è questo per il settore automobilistico. Fondatore di Nio, casa produttrice di auto elettriche che punta ad essere il concorrente principale dei modelli della Tesla.

Noto anche come “Elon Musk cinese”, il 45enne William Li Bin è un imprenditore che ha fondato o investito in più di 40 aziende dell’industria informatica e automobilistica, tra cui Nio. Azienda costruttrice di auto elettriche che punta a essere il concorrente principale proprio di Tesla, la rivoluzionaria azienda di Elon Musk.

Si stima che il valore di Nio è di circa 2,8 miliardi di dollari. Li ha fondato l’azienda automobilistica, con sede a Shanghai, nel 2014, e ha acquisito gli ordini per il suo primo SUV elettrico nel dicembre 2017.

Nio ha raccolto 2,1 miliardi di dollari in finanziamenti prima di essere quotata in borsa nel settembre 2018 alla Borsa di New York, evento celebrato da Li col suono della campana che apre la sessione d’apertura di Wall Street.

William Li, alla giornata inaugurale di Nio a Wall Street

I risultati Nio sulla borsa di New York

Di recente Nio, ha annunciato di aver portato a termine l’offerta di 101,8 milioni di azioni di deposito americane per 17,00 dollari ciascuna, raccogliendo 1,73 miliardi di dollari. Nio ha anche riportato un record di 3.965 consegne di veicoli nel mese di agosto, con un aumento del 104,1 per cento rispetto all’anno precedente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Dal “Made in China” al “China Chic”

Le sue origini

Nato l’8 agosto del 1974 nella provincia di Anhui, Li è cresciuto in un villaggio piuttosto povero. I suoi genitori hanno iniziato a risparmiare per la sua istruzione quando Li aveva sette anni. Durante gli anni dell’istruzione ha lavorato part-time nel negozio del nonno, per aiutare a mantenere la propria famiglia.

All’età di 17 anni, fa il suo ingresso al Peking University di Pechino, una delle più prestigiose del Paese. Studia e si laurea in scienze informatiche, il suo principale indirizzo di studio, ma riesce a conseguire anche la laurea in sociologia e una minore in legge.

William Li Bin ha lanciato la sua prima start-up su Internet all’età di 21 anni nel 1996. Nel 2000 ha fondato la sua prima grande azienda, Bitauto, che forniva contenuti web e servizi di marketing per l’industria automobilistica cinese.

Li ha affinato la sua comprensione del mercato dell’auto come reporter di Bitauto, intervistando i personaggi di alto profilo del settore. L’azienda è stata quotata in borsa nel 2010 ed è stata valutata oltre 1 miliardo di dollari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Value China entra nel settore gaming con Tencent Games

Il successo di Bitauto ha spinto William Li alla celebrità, diventando uno degli imprenditori più influenti in Cina. Ha ricoperto il ruolo di CEO e presidente dell’azienda per 13 anni per poi vendere l’azienda nel 2013. Da allora ha investito in più di 40 aziende, tra cui una delle principali piattaforme di bike sharing, ovvero Mobike.

Gli inizi con Nio

Con un vivo interesse per l’industria automobilistica e ispirato dal successo del marchio di casa Xiaomi, Li ha iniziato a gettare le basi per il lancio di una nuova casa automobilistica. Dopo aver ricevuto investimenti da importanti aziende tecnologiche come Tencent, Baidu e Lenovo, William Li Bin ha fondato Nio nel 2014.

Nel 2016, ha debuttato la sua auto sportiva a due porte, Nio EP9, alla Saatchi Gallery di Londra. Sei EP9 sono state vendute agli investitori per 2,5 milioni di sterline (3,2 milioni di dollari) ciascuna e l’EP9 ha continuato a stabilire i record di giri più veloci per un veicolo elettrico in vari circuiti di gara in tutto il mondo.

Richard Hammond di The Grand Tour sale a bordo della Nio EP9

La società ha annunciato alla fine di aprile 2020 la raccolta di 1 miliardo di dollari in nuovi finanziamenti da parte di un gruppo di investitori cinesi. Nio ha anche recentemente introdotto la tecnologia “Battery as a Service“, che riduce il prezzo di acquisto dei suoi veicoli elettrici di circa il 25%.

Non è ancora stato dichiarato quando i modelli dedicati al pubblico, i SUV ES8 ed ES6, verranno commercializzati in Europa. La casa produttrice cinese sta lavorando a un progetto chiamato “Marco Polo” che ha come obiettivo quello di vendere 7 mila vetture nei prossimi due anni.

La nuova NIO ET7

Il 9 gennaio 2021, al NIO day esclusivo evento organizzato a Chengdu, è stata presentata la nuova berlina di casa NIO. La promettente vettura elettrica ha sbalordito tutto il mondo dell’automotive, essendo la prima vettura a percorrere 1000 chilometri con una sola carica. Questo grazie alle batterie allo stato solido, l’autonomia supera di gran lunga la capacità delle rivali elettriche del mercato.

La nuova NIO ET7 arriverà nel 2022, anche nella versione con le classiche batterie a ioni di litio da 70 o 100 kWh, con autonomia di 500 e 700 km. Parlando di prezzi, il modello da 70 kWh partirà dal prezzo di 448.000 yuan, circa 56.800 euro.

Non ci resta che aspettare per vederla in strada nei primi test!

Value China, società esperta nello sviluppo di soluzioni digitali per il mercato cinese.

Contattaci per avere più informazioni!

CREIAMO IL TUO VALORE CINESE – info@valuechina.net