Italia-Cina: accordo per triplicare i voli

Redazione Value China

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Nel nuovo anno, Italia e Cina sempre più vicine…e non a caso! Il 2020, l’Anno della Cultura e del Turismo tra Italia e Cina, ha già iniziato a produrre i primi risultati. ENAC “festeggia” siglando un accordo che prevede un aumento significativo dei collegamenti aerei.

Nel nuovo anno, Italia e Cina sembrano sempre più vicine…e non a caso! Il 2020 segna l’Anno della Cultura e del Turismo nonché l’anniversario dei 50 anni di relazioni diplomatiche tra Roma e Pechino.

Lunedì 13 gennaio si è svolto a Pechino un negoziato aereo bilaterale tra l’Italia e la Repubblica Popolare di Cina che si è concluso con un accordo.

Il negoziato, che ha visto la collaborazione del Presidente dell’ENAC (Ente nazionale per l’aviazione civile) Nicola Zaccheo e del Direttore Generale Alessio Quaranta insieme ai rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dell’Ambasciata italiana a Pechino, ha portato alla sigla di un Memorandum che si prefigge lo scopo di ampliare e rafforzare i collegamenti aerei tra i due paesi .

Proprio a termine dell’incontro, in una nota ufficiale l’ENAC ha dichiarato:<<è stato firmato dal Presidente Zaccheo e dal suo omologo cinese un importante Memorandum di Intesa tra l’Italia e la Repubblica Popolare della Cina finalizzato ad ampliare i collegamenti aerei tra i due Stati, a favore dello sviluppo reciproco del turismo e del business. L’importante accordo è stato raggiunto proprio nell’anno in cui si celebrano i cinquant’anni dall’inizio delle relazioni diplomatiche con Pechino, anno dedicato anche allo sviluppo della cultura e del turismo tra l’Italia e la Cina>>.

Italia Cina Accordo

Il Memorandum contempla un considerevole ampliamento delle precedenti intese e, in particolare, prevede l’aumento della capacità <<in termini di frequenze passeggeri fino a 164 voli settimanali per parte di cui 108 con decorrenza immediata, con un incremento di 28 a partire dalla stazione estiva 2021 e di ulteriori 28 a partire dalla stagione estiva 2022>>

L’accordo inoltre prevede un sistema di code sharing domestico su tutti i collegamenti nel territorio cinese; co-terminalizzazione (possibilita’ di servire con lo stesso volo piu scali dell’altro Paese), ad eccezione delle principali rotte (Pechino-Shanghai, Pechino-Guangzhou e Shanghai- Guangzhou per i vettori italiani; Roma e Milano per le compagnie cinesi).

A celebrare l’accordo è intervenuta anche la Ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture De Micheli, che ha dichiarato ai microfoni:<< L’Italia diventa la nazione europea con il numero più alto di collegamenti aerei con la Cina […] Voglio esprimere la mia soddisfazione per un risultato di grande valore che porterà più turismo e più rotte per il Made in Italy, nella direzione auspicata da tanti operatori commerciali, e che rinsalda i legami tra i due paesi. Sono certa che il nostro tessuto economico saprà cogliere l’importanza di questa sfida>>.

Non c’è dubbio che il nuovo accordo porterà nuova linfa ai due paesi in termini di scambi commerciali, culturali e turistici!



Per essere sempre aggiornato sulle ultime news dal mondo Cina segui e contatta Value China!



Può interessarti anche: