WeChat-Mini-Program-2

Mini-programs, la nuova potenzialità di WeChat

WeChat cambia e i mini-programs diventano sempre più un asset strategico indispensabile. Dal 2011 l’app di messaggistica cinese ha conosciuto un enorme crescita ma ora deve rivoluzionarsi per essere sempre più innovativa.

Circa un decennio fa il panorama digitale cinese era popolato da pochi attori. Renren e Weibo stavano rapidamente rallentando la loro corsa mente WeChat metteva il turbo non solo alla sua “conquista” digitale, ma anche all’offerta dei suoi servizi. Lanciata come semplice app di messaggistica – e per questo spesso chiamata “volgarmente” il Whatsapp cinese – da allora ha enormemente ingrandito la sua offerta, tanto da includere anche soluzioni e-commerce e di pagamento.

I risultati non sono mancati. Come evidenziato da uno studio di JING Digital il numero di utenti attivi al mese (Monthly Active Users – MAU) è balzato da 889 milioni nel 2016 a 1.08 miliardi nel 2018.

Nuove sfide e nuove opportunità

WeChat è ormai sinonimo delle grandi opportunità che la rete può offrire in Cina. Ma quello che internet dà, internet toglie. Nei giorni dell’economia digitale è essenziale saper sempre percepire i cambiamenti e anticipare le mosse del mercato. E WeChat non fa eccezione!

Un recente report di QuestMobile evidenzia come il tempo speso su WeChat sia calato dell’8,4% tra dicembre 2018 e giugno 2019.

Fonte: QuestMobile Mini-program Report H1 2019, WalktheChat

Mini-programs, la nuova frontiera di WeChat

Sebbene la lieve decrescita, WeChat ha ancora un asso nella manica: i mini-programs. I mini-programs sono sub-applicazioni molto più mirate che regalano al netizen – e potenziale cliente – una vasta gamma di funzionalità. Dallo svago all’e-commerce passando per l’informazione, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Interessante quindi notare come nello stesso periodo, il tempo speso sui mini-programs WeChat sia aumentato addirittura del 23,3%.

Fonte: QuestMobile Mini-program Report H1 2019, WalktheChat

I mini-programs e le loro funzionalità stanno diventando sempre più un importante asset per molti brand, cinesi e non. Durante la scorsa festa del doppio sette – il cosiddetto San Valentino cinese – grandi maison di moda e del lusso come Prada o Bulgari hanno creato esclusivi mini-programs per migliorare l’esperienza del consumatore.

Per ricevere ogni news e cogliere tutte le opportunità dal mondo Cina CONTATTACI

Comments are closed.