Settore Food: cooperazione tra Italia e Cina

Redazione Value China

Share on linkedin
LinkedIn
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

Da Italiangourmet.it

L’eccellenza del gusto ha un nuovo punto di incontro tra Italia e Cina: la provincia di Brescia. È proprio la provincia lombarda ad essere protagonista dell’avvio del programma di cooperazione denominato “Italia–Cina 2020: I Mestieri del Gusto sulla Via della Seta. Speciale High Quality Italy & High Quality China” presentato il 24 giugno dai tre partner del progetto: CAST AlimentiItaly-China Link e CCPIT.

Risultati immagini per cast alimenti
Fondatore dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani e co-fondatore di CAST Alimenti, Iginio Massari
Credits: Castalimenti.it

Orientato esclusivamente su food di alta qualità, il programma si inserisce in un mercato fatto di scambi commerciali tra Italia e Cina in costante crescita. Nel 2018 le esportazioni di prodotti agroalimentari made in Italy in Cina hanno raggiunto i 439 milioni di euro (+254% in dieci anni), mentre la Cina ha esportato in Italia prodotti agroalimentari per 594 milioni.

Risultati immagini per vittorio santoro cast alimenti
Presidente e Direttore CAST Alimenti, Vittorio Santoro
Credits: Castalimenti.it

Il progetto per la cooperazione tra Italia e Cina nel food

Tra i principali obiettivi, vi è la volontà condivisa di rafforzare la reciproca influenza internazionale e di assistere al meglio i propri partner. Sarà proprio il food a dare impulso alla cooperazione tra Italia e Cina: dalle scuole di cucina cinesi di alto livello alle associazioni di chef star in Cina, dai professionisti e studenti alle reti e consorzi, passando attraverso le competenze delle imprese italiane e cinesi.

Nella cultura del food di qualità, mediatore culturale per eccellenza, passeranno le attività di internazionalizzazione, promozione e corretta comunicazione cross culturale in Cina e in Italia.

Risultati immagini per cast alimenti
Fonte: Castalimenti.it

Nell’accordo ha particolare rilevanza la promozione in Cina della dieta mediterranea, degli ingredienti originali Made in Italy, il food safety, food security e la cucina italiana in Cina. Non solo: ci si prefigge di promuovere la cultura e il marketing territoriale dei luoghi dell’eccellenza agroalimentare e culinaria cinese in Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Esportare alimenti in Cina: quali elementi considerare?

Per farlo vengono realizzati corsi di alta formazione di cucina cinese in Italia e in Europa, per contribuire a far conoscere in modo corretto e completo, l’eccellenza cinese, con il supporto ufficiale del Governo e istituzioni cinesi.

L’evento si è tenuto in CAST Alimenti alla presenza del Console Generale Song Xuefeng, del Console Commerciale Li Shaofeng, di Xu Jiang, presidente della Bank of China (filiale di Milano) e presidente di AICI (Associazione Imprese Cinesi in Italia) e di Luijie Yao, vice rappresentante generale in Italia di CCPIT (China Council for the Promotion of International Trade).

Assieme a loro, a dimostrazione del grande interesse verso investimenti in Italia e a Brescia in particolare, i vertici o i dirigenti delle più importanti società multinazionali cinesi: Bank of China, Banca ICBC, China Construction Bank, Huawei, ZTE, China Telecom, Genertec, Secco, Bright Food, China Investment, Istituto Confucio, Micromedia, Dentons, Rifa, CITS (China International Travel Service), ITAWAY.

Fonte: Italiangourmet.it

Sei interessato ad espandere il tuo business in Cina? Contattaci per avere più informazioni info@valuechina.net

Value China, società esperta nello sviluppo di soluzioni digitali e consulenza per il mercato cinese, è primo partner ufficiale di ByteDance e Tencent in Italia.