Learning-for-Success-in-a-Digital-Age-2592x1304

Digital Marketing: ecco i segreti per conquistare la Cina

I cinesi sono sempre più connessi

La Cina è il paese con il più alto numero di utenti web al mondo. Su una popolazione totale di circa 1.4 miliardi di abitanti, il 56% dei cinesi passa del tempo su Internet quotidianamente.

Questo significa che più di un cinese su due naviga, chatta, guarda video in streaming, trascorre del tempo sui Social Network ed effettua acquisti online usando uno smartphone.

In Cina, gli smartphone hanno ormai sostituito completamente i PC, dato che vengono utilizzati per compiere tutte quelle operazioni che si usa effettuare su desktop.

Digital Marketing in Cina, un contesto diverso

Per quanto la maggior parte dei cinesi sia ormai abituata al mondo digitale, raggiungere i cinesi in questo campo non è semplice.

La Great Firewall cinese, infatti, blocca piattaforme occidentali popolari come Facebook, Google, Youtube. Per questo, esistono in Cina piattaforme Social Network, E-commerce e Search-Engine locali, che creano nel paese del Dragone un ecosistema totalmente a sé stante.

Occorre, dunque, studiare strategie di Digital Marketing specifiche per entrare nel mercato cinese.

Baidu e le altre piattaforme cinesi

Per essere presenti in Cina, bisogna tener presente che non è Google il principale motore di ricerca, ma Baidu.

La famosa piattaforma americana è infatti utilizzata per lo più dagli expats. I cinesi, invece, usano il motore di ricerca cinese Baidu, che con il 75% delle query è leader indiscusso del mercato.

Anche per quanto riguarda i Social Network, il contesto in Cina cambia completamente.

Wechat, con oltre 1 miliardo di utenti attivi, è il primo Social in Cina. Di proprietà del colosso Tencent, Wechat è nata come piattaforma di messaggistica, ma col tempo ha integrato sempre più funzionalità, fino a diventare una App all-inclusive.

Un altro Social Network particolarmente usato in Cina è Weibo. Un mix tra Facebook, Twitter e Instagram, Weibo è una piattaforma di micro-blogging usata soprattutto da celebrità, compagnie ed organizzazioni che vogliono stabilire comunicazioni dirette con i consumatori finali.

Weibo offre vari servizi, tra cui attività social tradizionali (post, video, immagini), ma anche la creazione di micro-blog, messaggistica istantanea e la possibilità di seguire brand e KOL.

Anche l’E-commerce cambia in Cina

Come nei Social Network, anche il settore delle piattaforme E-commerce in Cina è totalmente diverso da quello cui siamo abituati.

I leader del settore sono sicuramente Tmall (appartenente al gruppo Alibaba), con il 61% di Market Share, e JD.com (26%). Questi due colossi coprono insieme più dell’80% delle vendite B2C in Cina.

Tmall è ottimale se si ha un prodotto popolare e il target è composto dai Millenials. JD.com, invece, è forte per quanto riguarda i prodotti di elettronica e cosmesi.

Altre piattaforme E-commerce meno note, ma comunque popolari in Cina, sono Suning, VipLux, Gome, Dangdang, Jumei, Secoo (ognuna di queste con il proprio settore specifico di competenza).

Per entrare nel mercato cinese, dunque, è fondamentale rendersi conto dell’importanza che sta assumendo il mondo digitale nel paese del Dragone.

Se vuoi saperne di più, contatta Value China, azienda di consulenza Italia-Cina sempre aggiornata sulle news relative all’evoluzione del mercato cinese!

Comments are closed.