Candy diventa cinese: Haier compra il marchio italiano

Luca Qiu

Share on linkedin
LinkedIn
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

Gli elettrodomestici Candy, dalle mani della famiglia Fumagalli passano a quelle del gruppo Haier, quotato alla Borsa di Shanghai. La cessione del 100% per 475 milioni di euro.

Il gruppo cinese Qindao Hayer ha messo le mani sullo storico marchio italiano Candy, tirando fuori 475 milioni di euro. Il gruppo che si occupa di elettrodomestici passa al gruppo quotato alla Borsa di Shangai. Haier acquisirà il 100 per cento dell’azienda dai due soci italiani. La società della famiglia Fumagalli è solo l’ultimo dei marchi italiani che passa in mani estere.

candy
Solamente nel giugno dello scorso anno Candy aveva annunciato un ambizioso piano di investimenti da quasi 300 milioni di euro in tre anni, di cui circa 100 in marketing e comunicazione e 105 in sviluppo e innovazione. Il gruppo era nato nel 1945 a Monza col nome Officine Meccaniche Eden Fumagalli. L’anno seguente alla Fiera di Milano, venne presentato il primo esemplare di lavatrice Candy, Made in Italy. I fratelli Aldo e Beppe Fumagalli controllano il 90% del marchio italiano.

Leggi anche: Thomas Cook passa in mano alla cinese Fosun International

Fonte: La Repubblica

Value China, società esperta nello sviluppo di soluzioni digitali e consulenza per il mercato cinese, è primo partner ufficiale di ByteDance e Tencent in Italia.

Vuoi espandere il tuo business in Cina? Contattaci per avere più informazioni info@valuechina.net