Visita del Vice Premier Di Maio in Cina

Luca Qiu

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche Sociali italiano, Luigi Di Maio, il Sottosegretario per lo Sviluppo Economico, Michele Geraci, insieme con il Vice Premier cinese Hh Chunhua  hanno inaugurato oggi il Padiglione di “Italia Paese Ospite d’Onore” alla 17° Western China International Fair (WCIF) di Chengdu, capoluogo della Provincia del Sichuan.

Con un’area espositiva di 260.000 mq, la Fiera si configura come un’esposizione multi-settoriale al primo posto per importanza nella Cina occidentale. La WCIF e’ stata ideata nel 2000 come piattaforma per stimolare l’apertura e lo sviluppo della Cina occidentale (secondo la Go West Strategy e la Belt and Road Initiative del Governo centrale cinese) tramite la promozione degli investimenti e del commercio con l’estero.

Numeri importanti per il Padiglione Nazionale italiano, concepito e realizzato per il MISE – Ministero dello Sviluppo Economico, da ICE-ITA Italian Trade Agency, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia, il Consolato Generale a Chongqing e la Camera di Commercio Italiana in Cina, per rappresentare i settori di collaborazione prioritaria tra l’Italia e la Repubblica Popolare.

La qualità, l’affidabilità, la sicurezza e sostenibilità delle tecnologie dei prodotti Made in Italy inclusi quelli delle PMI italiane, verranno proposti su un’area di 1.200 metri quadrati con 66 aziende che sono già’ nostre best practice nella “Terra di Mezzo”, attraverso la declinazione di temi fondanti per la Cina del XIII Piano Quinquennale quali il benessere sociale, la (ri)qualificazione del territorio, la sicurezza dei prodotti, la sostenibilità’ ambientale, la salute dei cittadini.

Le aziende saranno rappresentate lungo un percorso che, seguendo il concept del “DNA ITALIA” quale origine della creatività’ italiana, racconta i valori dell’innovazione e della tradizione italiana, in un’area libera da confini/muri divisori e permeabile, per permettere al visitatore un viaggio e un’esperienza tra:

  • Sanita’: v-ITALY-ty
  • Innovazione tecnologica: Italia e MIC2025-dalla quantità alla qualità
  • Energie pulite e urbanizzazione sostenibile: l’uomo al centro della rivoluzione verde
  • Turismo e lifestyle: Italian lifestyle-a total experience for a better life
  • Agroalimentare: Italian food is good, is healthy, is cool!

Le occasioni esperienziali per il visitatore cinese saranno arricchite con i “Viaggi in Italia in Virtual Reality” a cura di Enit, e da quelli immersivi a a 360 gradi proposti dall’installazione “Panorama” realizzato da Altagamma ed ospitata in una apposita “circular dark room”.

Molto popolata l’area dedicata ai prodotti alla buona tavola e al vino italiano, eccellenze italiane che anche la Cina sta sempre piu’ scoprendo e richiedendo: l’ area tasting  e’ stata realizzata in collaborazione con Verona Fiere/Vinitaly.

Fitto il programma di attività realizzato dal Consolato Generale d’Italia a Chongqing in occasione della fiera e che prevede la partecipazione a fora, eventi bilateriali ed attività culturali. Di particolare rilievo il Forum Sichuan-Italia sulla Cooperazione Industriale ed Investimenti – piattaforma di confronto e presentazione delle maggiori opportunità di investimento in Italia e nel Sichuan – ed il Forum italo-cinese su economia circolare e sviluppo verde durante il quale Verranno discussi alcuni approcci e best practice dei due Paesi in tema di economia circolare in ambito urbano, sviluppo sostenibile e scambi ambientali, villaggi e città a zero emissioni. A chiudere gli eventi e la Fiera sara’ una nuova edizione del dialogo Italia-Cina sulla sicurezza alimentare.

Italia Paese d’Ospite d’onore a Chengdu è un’iniziativa realizzata, con il Ministero degli Affari Esteri, dal MISE-Ministero dello Sviluppo Economico e ICE – ITA Agenzia,  l’ Ambasciata d’Italia nella Repubblica Popolare Cinese, il Consolato Generale d’Italia a Chongqing ed in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Cina e Veronafiere/Vinitaly.

 

Fonte: Wechat Official Consolato generale d’Italia a Shanghai

Leggi anche

Articoli che ti potrebbero interessare